Il Dilemma del Passaporto: sottopelle o sottochiave?

Nei secoli, generazioni e generazioni di viaggiatori si sono ritrovate a discutere sulla Vexata Quaestio: il Passaporto lo devo portare sempre con me o nasconderlo in luoghi sicuri?
La questione è aspra e ho notato, nel tempo, che sembra aver generato due scuole di pensiero rivali almeno quanto la Divina Scuola di Hokuto e la Sacra Scuola di Nanto, e troverete sempre qualcuno che, con validi argomenti, vi dirà quanto è sciocco portarlo sempre con se o che mossa da pollo sia lasciarlo nascosto da qualche parte.
Siccome dare un punto definitivo non è possibile, piu che consigliare vi dirò la mia tecnica, che per comodità definiremo della Santa Scuola di Hokumon, fatene cio che volete, seguitela, deridetela o semplicemente mettetela in un cassetto, sia mai vi dovesse servire.

Di base sempre con me

Innanzitutto bisogna dire e ricordare che il Passaporto è una delle cose più preziose che possedete in viaggio, è l’unico documento che possa attestare ufficialmente chi siete, ed è l’unico documento che può attestare il vostro diritto ad essere in quel paese, oltretutto una volta perso o rubato può causare notevoli perdite di tempo e fastidi che includono dei bei momenti passati alla vostra ambasciata o consolato mentre avreste potuto fare rafting su quel fiume incredibile che scende dalle Ande. Con questa premessa io di base porto il passaporto sempre con me. Diviene una specie di seconda pelle. Mai nello zaino o in una eventuale borsa evidente, che sono piu facilmente vittime di tagli con furto o di azioni prendi e scappa, ma sempre nella mia inseparabile tasca a scomparsa. Tasca a scomparsa che io preferisco sempre essere sottile e da cintura, i borselli a scomparsa con cordina da collo mi sono sempre sembrati molto piu evidenti (soprattutto in paesi caldi dove la magliettina non coprirà la loro forma).

La variabile orario

Il dubbio assale piu facilmente la notte, farò bene a portarmelo appresso? A volte forse no, soprattutto se la serata che abbiamo in mente comprende battere il record di bicchieri di mescal di seguito bevuti in quella piccola cantina a Mexico DF. In questi casi provo a trovare una soluzione per nasconderlo e uscire senza; le possibilità si solito si limitano a queste (scusate se escludo i settemila altri posti che la vostra fantasia può generare)

Cassetta di sicurezza Hotel  Nel caso vi trovaste in un posto che la abbia, andate tranquilli lasciatelo li, facendovi dare una ricevuta che lo attesti

Cassetta di sicurezza Stanza A volte mi sono trovato in posti che non avevano una cassetta di sicurezza dell’hotel, ma ne avevano dentro la stanza. La verità è che queste cassette di sicurezza possono essere esposte alla malizia di chi lavora li, quindi fidatevi del vostro istinto sulla struttura e lasciatele in quelle cassette solo se vi è sembrata molto affidabile

Armadietto con lucchetto Molti ostelli e altre sistemazioni, hanno nella camerata o nella camera un armadietto che potete chiudere con il vostro lucchetto. Qui piu che l’albergo valutate la zona dove sta (e al massimo se siete in camerata valutate se il tipo che dorme nel letto a fianco non ha dimostrato di possedere capacità da scassinatore) Forse sarà stata fortuna, ma questa è la soluzione che io adotto piu spesso e fino ad ora è sempre andata bene

Dentro la mia valigia chiusa con lucchetto questa mi è sembrata sempre la soluzione peggiore, in fondo se qualcuno dovesse entrare per rubare dai vostri averi, non guarderebbe dentro la valigia? La uso solo in casi estremi, ossia sto uscendo per andare alla sagra della Vodka di irkutsk dove probabilmente il portafoglio lo regalerò ad un passante credendo di prestargli un libro, e l’ostello non ha davvero nessuna soluzione alternativa da offrire.

La variabile avventura

Ci sono altri momenti in cui cerco di lasciare il passaporto al sicuro, se in programma ho strisciare nel fango dei cunicoli dei vietcong per 7 ore, fare rafting dalla mattina alla sera o qualunque altro genere di attività che potrebbe far diventare il passaporto un cumulo di carta straccia. In questo caso ricorro al nascondiglio con le stesse indicazioni sopra esporte.

Il potere della patente e delle fotocopie

Per ora ho scritto del perchè portare il passaporto appresso a fronte del rischio di furti o di distruzione, ma teoricamente il passaporto bisognerebbe averlo con se anche per questioni legali in molti paesi. Ci sono posti dove per legge dovreste sempre averlo appresso. Ora, sebbene quando qualche poliziotto mi ha chiesto i documenti non è mai stato davvero per sincerarsi della mie generalità, ma al massimo per scucirmi qualche dollaro, a volte potrebbe capitare che un poliziotto faccia questo accertamente per amor di verità. Beh quando lasciate il passaporto da qualche parte portate con voi la sua fotocopia (possibilmente con fotocopia anche del visto eventuale) e un altro vostro documento originale come la patente, nel 99% dei casi di fronte ad un pubblico ufficiale onesto, se rimanete tranquilli e simpatici la combinazione delle due cose dovrebbe essere sufficiente a non farvi far fare un giro in centrale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...