7 Consigli per scegliere un ostello

Non c’è dubbio, scegliere con cura dove dormire è una delle cose più importanti di ogni viaggio. Il più delle volte come vi siete trovati nella vostra casa temporanea sarà uno dei fattori più importanti sulla sensazione generale che vi avrà lasciato un posto, forse anche più delle cose che avete visto. Parlando di Ostelli poi, tutto questo diventa ancor più vero. Dopo averne vsitati molti, mi son deciso a scrivere questi consigli soprattutto perchè in Italia troppo spesso l’ostello è visto come un posto per barboni dove dormono deidisadattati che non hanno una lira, e che vivono nel lerciume.

La realtà è che se scelti con cura, gli ostelli sono delle soluzioni una infinità di volte migliore di molti alberghi, e che molto spesso una volta cominciato a frequentarli diventerà quasi naturale preferirli a degli anonimi hotel. Quindi, dimenticate i vostri pregiudizi, seguite questi pochi suggerimenti, e godetevi il vostro ostello preferito

1 –  Location

La prima cosa da fare è trovare la zona adatta. Troppo spesso per risparmiare qualche dollaro si tende a dimenticare che quel piccolo risparmio non ripaga una zona pessima. Informatevi sul quartiere: è pericoloso? per arrivare da li ai siti di interesse sono obbligato a lunghe tratte in bus o costose corse in taxi? è un quartiere vivo, o una squallida area dormitorio? A mio modo di vedere una location confortevole, divertente e collegata in maniera impeccabile è un discrimine fondamentale.

2 – Tipologia

Si può dire che la vera grande distinzione tra gli ostelli è quella tra Party Hostels e Ostelli normali. La differenza tra i due è macroscopica e la maggior parte delle volte è ben chiarita dai siti e dlle guide. A volte vorrete stare in un posto che ha il suo bar dove si fa festa fino a notte tarda e buttarvi sulla socializzazione spinta, altre vorrete stare in un posto silenzioso dove riposarsi con calma ed essere pronti a levatacce mattutine. L’errore che dovete assolutamente evitare è mischiare l’ostello sbagliato con l’attitudine che avete. Capite che volete fare e scegliete con attenzione

3 – La Colazione

La colazione è la regina dei pasti del viaggiatore. Vi permette di avere lo stomaco pieno, preparare una serie di snack fatti in casa per il resto della giornata e può abbattere drasticamente i vostri costi per il cibo. Quindi evitate gli ostelli che considerano colazione una tazza di the/caffè e due fette di pane bianco e marmellata. Ci sono ostelli che fanno della colazione un vero punto di forza (come l’Hostal Zocalo a Merida in Messico) non lasciateveli sfuggire.

P.s. sebbene spesso è cosa positiva alzarsi presto, è difficile che si tratti di alzarsi alle 6, tenderei ad evitare ostelli che servono la colazione in orari impensabili tipo dalle 6 alle 9, per concentrarmi su quelli che cominciano a servirla in orari più umani tipo le 8 del mattino

4 – Crepi l’avarizia

Come detto in altre occasioni risparmiare due o tre dollari non è sempre la cosa migliore da fare. A volte un risparmio così ridicolo vorrà dire avere letti sporchi, armadietti assenti o poco sicuri, bagni da treno notturno o cuscini sottili come ostie. Di solito è facile trovare ostelli confortevoli spendendo pochi dollari per un letto, non c’è bisogno di esagerare.

5 – Gli Armadietti

Si, ci sono ancora ostelli senza armadietti o che li fanno pagare. A questo dovete dire sempre no! Ostello o meno ,dovunque si dorma, deve essere garantito un posto dove almeno mettere le vostre cose più preziose. Farvi pagare per questo è ingiusto, indice di avarizia, e di scarsa attenzione alle esigenze del viaggiatore. Mai dare soldi a chi gestisce un ostello cosi.

6 – Internet gratis

Non tutti i viaggiatori devono necessariamente vedere la connessione come immancabile. Non è detto che dobbiate usare internet per forza. Però avere la connessione in ostello rende la vita molto più facile, non dovrete cercare internet cafè, non dovrete pagare per connettervi e potrete risparmiare soldi e tempo. Va da sè inoltre che se siete viaggiatori 2.0 questo è un punto fondamentale.

7 – Area Comune

Party o no, un Ostello deve avere una bella area comune e, se possibile, una cucina. Il bello degli ostelli è che diversamente dagli alberghi sono fatti per stare insieme e socializzare. E’ qui che conoscerete la maggior parte dei viaggiatori, potrete incontrare compagni di viaggio fantastici e, cosa non meno importante, divertirvi. Tutto questo accade nelle aree comuni. Una cucina ampia e comoda, un’area dove stare confortevole facilita tutto questo, se non ci sono meglio una guest house, un b&b, un albergo.

P.S.

Al di là di come scegliere un Ostello mi fa piacere ricordare perchè scegliere un ostello. Senza dilungarmi ci sono dei vantaggi che solo questi posti possono darvi riassumendo

  • Normalmente sono molto più economici di altre sistemazioni
  • E, molto facile incontrare altri viaggiatori
  • Una serie di servizi aggiuntivi spesso gratis! (info turistiche, lavanderia, affitto di bici)
  • Aree comuni dove socializzare o passare comunque divertendosi la giornata piovosa che vi rende impossibile uscire
  • Stanze doppie e singole (si non ci sono solo camerate) spesso più economiche di quelle di un albergo
  • Gli alberghi delle grandi catene sono tutti uguali, molti ostelli hanno una loro personalità, un ambiente confortevole e un gusto estetico superiore o comunque più particolare
  • Che ci crediate o meno molto spesso sono stato in ostelli che erano più sicuri, puliti e professionali di alberghi di categoria superiore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...